København

Velkommen in København! Le uniche tre parole imparate in danese finora (ma reggeli in ungherese resterà sempre nel nostro cuore). Flying in con il primo volo della giornata regala sempre spettacoli magnifici, come vedere l’alba sopra le nuvole, sempre che non vi addormentiate come me ancora a Bergamo e vi svegliate quando il pilota non troppo delicatamente atterra a Copenhagen, terminal 2.

Dunque le premesse di questo viaggio:

  • Hau&Mana on the road are back! Questo viaggio s’ha da fare con Beatrice, my best friend and best travel mate.
  • Io sono senza cellulare (not kidding!) – il mio povero iPhone6 Gold ci ha lasciato il 18 sera, poco prima dell’aereo successivo e di conseguenza tra il partire senza cellulare e il non partire, la scelta per me è stata ovvia. È strano comunque, sapete, essere all’estero senza cellulare… Ho iniziato a viaggiare da sola a 9 anni e per ovvi motivi i miei genitori mi hanno dato un cellulare per ogni evenienza quindi sì, viaggiare all’estero senza cellulare è una novità per me.
  • In hotel ci hanno dato un upgrade in quanto you are bloggers and photographers.

Dunque, ieri con alle spalle 3 ore di sonno a testa, siamo andate in aeroporto, fast track (Grazie Sacbo!), colazione da Tentazioni alla destra dei gate e in fila. Siamo state le prime dei comuni mortali senza priority a salire in aereo LOL.

Atterrate a København, preparate al freddo che manco al campo base del Nanga Parbat in invernale (ogni riferimento a Simone Moro è puramente casuale), in realtà siamo state accolte da un freddo ma non così freddo.

Siamo arrivate in hotel, giusto il tempo di lasciare i bagagli e siamo andate a esplorare Copenhagen sul lungo mare, poi per Strøget e Nyhavn. Per pranzo siamo andate in quello che sarà hummusbar 2 la vendetta42raw, un posto crudista e plant-based in centro a Copenhagen, dove torniamo già questa mattina per colazione.

Nel pomeriggio, dopo le dodicimila foto fatte da Bea agli edifici, ci siamo fermate al ristorante Marchal dell’Hotel d’Angleterre, a salutare Francesca, un’amica che non vedevo da almeno almeno 10 anni (se non è questo invecchiare!). La giornata si conclude con me e Bea moribonde per le ore di sonno perse che rischiamo di addormentarci davanti a un caffè con oltre 18 chilometri nelle gambe. What can I say?

Have A Safe Journey!
Camilla

København day1

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s