Il #FitnessChallenge2018

I fitness challenges, letteralmente le sfide di fitness, sono stata la grande moda del 2017 e, visto comunque l’aspetto competitivo che mantiene tutti on track, ho deciso di proporvi quello che intendo fare io.

Lo scorso anno mi sono allenata parecchio (molto rispetto ai miei vecchi standard) e quest’anno voglio allenarmi con molta più regolarità, per essere sicura che nonostante traslochi almeno 2 volte, la nuova città o le mie nuove città o il ritorno in una data città non siano occasione di perdere le buone abitudini.

Running

Nella mia #bucketlist2018 (che per la prima volta dal 2015 non ho intenzione di condividere, più che altro perché quest’anno ci sono obiettivi davvero ambiziosi e non mi va di parlarne fino a quando non saprò se sono davvero raggiungibili/raggiunti), uno dei punti chiave è la corsa. Ecco cosa voglio fare: correre 2 miglia al giorno, circa 3,2km, tutti i giorni. 3,2km richiedono massimo massimo 20 minuti, vogliamo abbondare e dire 25? Insomma, quanto basta to get the blood pumping e schiarirsi le idee.

Inoltre, la domenica mi impegnerò a fare un “lungo”, partendo da 6km, la distanza che ho corso per anni e che ho sempre considerato sufficiente. Ogni domenica aumenterò di 1 massimo 2 km, con calma, per ritrovare la passione per ciò che per me è fondamentale: il senso di pace, endorfine e soddisfazione che si ha dopo un lungo.

Ovviamente, teniamoci un giorno di bonus a settimana – non da usare sempre, ma comunque disponibile.

Plank

Conoscete il detto mens sana in corpore sano? La versione del runner dovrebbe essere core forte in runner sano. Per correre, avere un core forte è fondamentale. Il mio obiettivo è avere un core forte e in grado di sostenermi nelle lunghe distanze. Per farlo, voglio impegnarmi a fare 5 minuti di plank frontale e laterale ogni giorno, no excuses, costi quel che costi.

— Come siamo messi a tempo? 20 minuti + 5 minuti, siamo a 25… che dite, ne aggiungiamo ancora un po’?

Stretching/Mobilità

Correre tutti i giorni (arrivando allo sbalorditivo traguardo dei 730 miglia minimi più tutti i lunghi) significa che i muscoli devono essere pronti e riposati a sostenere le lunghe distanze. Il che presuppone stretching e mobilità, day in and day in. Ho il brutto vizio di saltare mobilità, soprattutto quando sono di fretta, il che si traduce sempre in muscoli doloranti che prima o poi me la fanno pagare. Quindi nel 2018 voglio impegnarmi a fare almeno 10 minuti di mobilità al giorno, in modo da essere sempre tranquilla.

Tirando le somme

Si tratta di più o meno un’ora al giorno, più chiaramente i giorni in cui si aggiunge la palestra, quelli in cui si va in piscina, i giorni di crossfit… Insomma, dipende un po’. Quello che mi sta a cuore è il fatto che si tratti di un inizio tranquillo, con 3,2km che manco li senti in fin dei conti. Piano piano. Creando le buone abitudini passo dopo passo.

Inoltre, per riuscire a mantenere questi ritmi, significa fare un taglio drastico sul tempo perso sui social media, guardando netflix e soprattutto significa avere uno stile di vita sano a 360°, a partire dall’alimentazione, fino alle ore di sonno. Ecco, io per il 2018 vorrei concentrarmi su un approccio più “olistico” alla vita sana, healthy nel senso ampio del termine.

Quando

Vorrei fare tutto ciò al mattino,  però se non riuscissi, anche la sera va bene.

So che il mio fitness challenge non è nulla di speciale, ma credo sia comunque un buon punto di partenza… Qual è il vostro?

Have A Safe Journey!
Camilla

IMG_5589

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.