“Sei veramente bellissima”

Che Beatrice avesse un talento immenso come fotografa, già lo sapevate, e anche che per grazia di dio durante una delle gare più faticose di sempre, la Sarnico Lovere 2017, mi hanno scattato una foto in cui non stavo morendo di fatica. Ma quello che è successo dopo è stato… strano, ma in senso buono.

Partiamo dalle basi. Io seguo pochi blogger di corsa, anzi, ne seguo due: una di queste, olandese, ho avuto il piacere di conoscerla e di correre con lei, un’altra, seppur italiana, la “conosco” solo come amica di Facebook e dai suoi articoli, che leggo sempre assiduamente.

Ed è proprio mentre stavo leggendo uno dei suoi articoli che si è presentata davanti a me l’opportunità, forse quella “giusta”. C’era un concorso. Un concorso che implicava di raccontare la mia storia di corsa, una storia di coraggio, una storia. E così ci ho provato. Non per il premio in palio, il cui solo pensiero mi manda già in ansia, ma perché questa donna riesce sempre a trasmettere coraggio e passione in ciò che fa e, nonostante abbia dei tempi da urlo su qualsiasi distanza (90 minuti in mezza maratona, chapeau! E 3 ore e 15 in maratona, via il cappello, gentiluomini e inchino!) lei si pone sempre serena, per niente arrogante, per niente con l’aria da “esperta”. Eppure è esperta, ma sempre umile, sempre disposta ad accettare un complimento, un parere anche da chi le scrive a distanza, su Facebook o commentando sul blog.

Allora le ho mandato quelle striminzite righe di storia, che poi avrei potuto dire di più, o forse avrei potuto dire di meno. Ma in fin dei conti, ormai era troppo tardi. Lei mi risponde, super gentile, e mi chiede due foto, una in vestiti da running, una vestita normale. Le mando le solite due, quelle che ormai anche chi non mi conosce ha visto una marea di volte…

IMG_6474IMG_0406

E lei mi risponde con poche parole:

IMG_4676

Ed io ci sono rimasta. Perché da lei non me lo sarei mai aspettato… Perché è chiaro che l’abbia detto per una questione di cortesia, forse addirittura per prassi, ma comunque l’ha detto. E io ci sono rimasta, ho fissato lo schermo per dieci minuti, incredula della situazione. Non ho ancora chiaro come mai mi abbia stupito così tanto o come mai mi abbia fatto così piacere. Vi terrò aggiornati.

Have A Safe Journey!
Camilla

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s