Il Deserto.

Prima dello scorso 14 novembre, io non ero mai stata nel deserto. Sembra stupido, lo so, ma era uno dei miei sogni, poter andare un giorno nel deserto. Anche se, ad essere onesti, mi ero immaginata quello del Sahara.

Quello che di certo non avrei immaginato era il senso di pace che mi ha trasmesso il tramonto nel deserto. Il tramonto nel deserto, a livello di orizzonte, non ha un inizio e non ha una fine. La linea dell’orizzonte, la linea di sabbia rossa del Dubai Desert si fonde con le tinte gialle, arancioni e rosse del sole che tramonta oltre le dune. I colori mutano secondo dopo secondo e io mi sono ritrovata lì, seduta sulla sabbia, incapace di distogliere lo sguardo dall’immensità del panorama che avevo davanti a me.

Perché il deserto è arido, difficile, la vita non è semplice, ma quel momento, quello sembra essere la vera ragione per cui varrebbe la pena andarci. Per quella mezz’ora in cui poco importa di fare foto, perché non renderanno mai come dal vero. Perché il deserto non si può immortalare, si fatica a raccontare, figuriamoci in una didascalia di instagram… il deserto va vissuto, va assaporato, devi sentire la sabbia, instabile, imprevedibile sotto i piedi, devi sedertici e pensare dentro di te “ma non ci sono gli scorpioni o altri animali pericolosi?“, incapace comunque di alzarti, perché il deserto è calmo, e lo sei anche tu.

Ah, se solo si potesse portare un pezzetto di deserto, sempre con noi.

Have A Safe Journey!
Camilla

IMG_4633

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s