Berlin Diary: MARATHON DAY

La sveglia di Martina, che io non sono mai riuscita a sentire nonostante l’abbia puntata per 7 notti a casa sua e 2 notti qui, suona alle 5:40. È il giorno per cui lei, come migliaia di altri runners, si sono allenati per mesi. It’s game time.

Si sveglia ed esce dalla stanza per la colazione, con tanto di auricolari perché non vuole sentire nessuno che le parli. Quando torna, nonostante la tensione l’umore è migliorato e, nonostante la tensione, scambiamo quattro parole. Si attacca il pettorale e, prima di uscire di casa, io, con fare da classica proud mama all’italiana, le faccio una foto ricordo.

IMG_2001

Lei si avvia alla starting area con il resto del gruppo Terramia, io raggiungo Tiergarten, a circa 2 km dalla starting line. Martina passa, pioviggina, ma mi dice che è tranquilla ed io da proud mama provo a tranquillizzarla e la saluto. Ci vediamo al 22esimo km!

IMG_2040
Gli élite, troppo veloci anche per essere fotografati.

Al 22esimo km, Martina sta ancora bene ed io questa volta riesco a farle una foto. Ci diamo appuntamento al 36esimo km, che questa volta è vicino (per gli spettatori sia chiaro), così ho tempo di andare a prenderle una coca cola e bermi un caffè.

IMG_2099

Al 36esimo km, Martina sta davvero ma davvero bene e io la accompagno per un breve pezzetto, fino al 37esimo circa. Il prossimo punto di incontro è alla finish line ed io non vedo l’ora di abbracciarla oltre quella linea.

IMG_2107
8 ore sotto la pioggia e l’umidità  (dalle 8 alle 16), capelli da incubo, occhiaie, ma la proud mama non molla!

Riesco a documentare il tutto, ma purtroppo le 60 mila persone (+ spettatori) presenti oltre la Brandenburger Tor, impediscono e fanno fallire ogni nostro tentativo di incontrarci alla finish line. Così, in qualche modo, raggiungiamo entrambe l’hotel e finalmente posso riabbracciare la mia maratoneta preferita.

IMG_2114

Martina mi dice fin da subito che in maratona si è sentita proprio bene, che avrebbe potuto spingere di più, ma direi che l’importante è che se la sia goduta dal primo all’ultimo minuto. Ora è a farsi un bagno caldo con sali minerali e a breve usciremo a festeggiare.

Che dire, Berlin Marathon sei uno spettacolo! Forse forse, ci potremmo vedere l’anno prossimo, che dici? Ma questo ve lo racconterò tra qualche giorno…

IMG_2123

Have A Safe Journey!
Camilla

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s