Budapest: Day 1 and 2

Arrivate alla stazione di Nepliget, Bea ed io siamo subito andate a Kalvin Ter, il quartiere in cui abbiamo trovato la sistemazione. Dopo un breve giro di ispezione della via con Tamas, in cui siamo riuscite a prendere lo stretto indispensabile (banane, mandorle, yogurt di soya e acqua), Bea ed io abbiamo deciso di prenderci un due ore di pausa abbiocco visto il viaggio da incubo della giornata. Usciamo per l’ora di cena, dirette a Magyar Qtr, un bistrot di cucina ungherese sul lungo Danubio. I loro piatti rispecchiano la cucina tipica ungherese, con una rivisitazione.

IMG_0148

Il giorno successivo Budapest ci sveglia con 36 gradi di prima mattina, che nel dubbio un po’ di caldo non guasta mai, giusto? Quindi viste le condizioni anche oggi si corre domani. Facciamo colazione e usciamo, pronte per il primo caffè della giornata da Anna Cafè, un tipico bar ungherese nella zona del Liberty Bridge.

IMG_9891

Per puro caso, capitiamo nel Mercato Centrale. Non so se vi siate stati, ma se vi capitasse di trovarvi a Budapest, merita, soprattutto il piano superiore. Finito quello, abbiamo attraversato il Liberty Bridge e ci siamo imbucate qua e là nel campus tecnico dell’università.

IMG_9762

IMG_0167

IMG_0147

Di ritorno a Pest in tarda mattinata, abbiamo percorso Vaci U Street, la zona dei negozietti piccoli (e ogni tanto un filo trash), per poi fermarci, distrutte dal caldo a prendere uno smoothie, tropical perfection per Bea e happiness per me (fragola, banana e arancia!).

Per pranzo, ci fidiamo delle scelte salutiste di trip advisor e finiamo da hummusbar, altro posto che consiglio vivamente. Io ho preso falafel con cous cous e humus, davvero buone.

IMG_0033

Dopo pranzo, nonostante il food coma, tentiamo di dirigerci alla Grande Sinagoga, ma invece finiamo alla Basilica di Santo Stefano, che è davvero meravigliosa. Gironzoliamo nella zona vicino alla Basilica, in cui ci sono degli scorci meravigliosi, e ci fermiamo nel pomeriggio per una pausa smoothie da California Coffee Company.

IMG_0076

Decidiamo, come colpo finale, di avviarci a piedi alla Piazza degli Eroi e al Castello di Vajdahunyad, a circa 4 chilometri da dove eravamo. Ne vale la pena, assolutamente, ma alla fine eravamo moribonde.

IMG_0117IMG_0142

Chiudiamo la giornata con oltre 23 chilometri a piedi, io che mentre Bea è in doccia urlo trionfante ehi, nonostante tutto un minuto e mezzo di plank! Domani abbiamo un altro itinerario bello pieno, ma magari una corsetta mattutina si potrebbe fare, che dite?

Have A Safe Journey!
Camilla

Advertisements

2 Comments Add yours

    1. Camilla says:

      Grazie per il repost!

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s